Gli sponsor dello Studio Palumbi

zoho crm
zoho crm
Outlet Bagno Rubinetti Clima Caldaie
Outlet Bagno Rubinetti Clima Caldaie
web marketing
web marketing

ciclista investito risarcimento danni Clicca qui per vedere i nostri sponsor
pubblico-e-privato
Recensione al volume “TUTELA POSSESSORIA DEL PRIVATO NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE”
9 giugno 2015
CODICE DEONTOLOGICO FORSENSE AGGIORNATO
17 maggio 2017

ALTAVILLA – L’esposto sui semafori videocontrollati.

SEMAFORO

GAZZETTINO.IT
Scarica articolo di giornale (pdf, 1,72 Mb)

ALTAVILLA L’esposto sui semafori videocontrollati
Multavilla ricorre contro l’archiviazione

Martedì 24 Febbraio 2009,

Altavilla

Per il Pm Paolo Pecori è chiuso il caso dei semafori videocontrollati lungo la sr 11 nel territorio comunale di Altavilla Vicentina. Multavilla, però, non ci sta ed il presidente Adelberto Servadio annuncia l’opposizione. Gli oltre 20mila multati passati con il rosso ai semafori videcontrollati di Altavilla Vicentina saranno tutelati dal comitato per la difesa della mobilità che da anni sta portando avanti la battaglia, sempre sostenendo illegittimo il sistema nato per «ingrassare le casse comunali e per arricchire, parallelamente, un limitato numero di aziende ideatrici degli apparecchi contestati». Il presidente Adelberto Servadio non si arrende e lotta contro quelle che ha sempre definito delle ingiustizie belle e buone: “Il 21 febbraio scorso è stato depositato presso la cancelleria del Gip la richiesta documentata di opposizione all’archiviazione del fascicolo inerente gli impianti di Altavilla Vicentina. È lecito e doveroso per il Comitato che rappresenta una grande parte dei multati ai semafori di Tavernelle presentare opposizione al Gip, a seguito della richiesta di archiviazione dell’esposto presentato alla Procura di Vicenza nell’aprile 2007”. I principi di fondo delle motivazioni sono evidentemente comuni alle determinazioni di altre Procure, che sono andate a fondo ed hanno individuato palesi irregolarità negli impianti e nel loro utilizzo, talvolta incriminando gli stessi comandanti della Polizia Locale. Il presidente di Multavilla ed il legale Egidio Oronzo hanno ritenuto insufficienti e non documentate le motivazioni addotte dal Pm Paolo Pecori per procedere all’archiviazione. “Tutti i cittadini multati e non – concludono Servadio ed Oronzo – hanno diritto alla trasparenza più totale dell’Amministrazione nella vicenda in questione, per credere in un futuro di reale ripresa economica ed istituzionale”.

Matteo Crestani

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>